CHI SIAMO

L´impiego del cane nella ricerca di dispersi risale alla notte dei tempi.

Colpisce l´immaginario collettivo la figura del San Bernardo che tutto solo, con la botticella di cordiale attaccata al collo e seguendo unicamente il suo istinto, lascia l´omonimo convento e si inoltra nella bufera di neve per prestare soccorso al viandante che si è perso in alta quota. Una figura romantica che oggi trova riscontro nella cinofilia da soccorso ed in particolare nelle Unità cinofile della Croce rossa italiana.

L´unità cinofila è costituita dall´inscindibile binomio uomo-cane: soccorritori preparati dal punto di vista sanitario ed in grado di muoversi agevolmente sul terreno di loro competenza (neve, acqua, superficie, etc.) e cani particolarmente addestrati per la ricerca di persone scomparse.


Un concetto che è stato ben intuito dalla Croce rossa trentina che fin dal lontano 2002 ha favorito la formazione di Unità cinofile locali che negli anni sono cresciute non solo numericamente ma anche e soprattutto di competenza tecnica e operatività. Attualmente sono 50 i binomi distribuiti su tutto il territorio provinciale. Gli istruttori seguono passo dopo passo sia l´evoluzione formativa dei cuccioli alle prime armi sia il perfezionamento dei cani navigati con parecchie missioni di soccorso sulle spalle. Il risultato è che attualmente la Croce rossa del Trentino, ma sarebbe più giusto dire che l´intera società può contare su Unità cinofile preparate e pronte ad affrontare qualsiasi prova. Dietro di loro, si affaccia all´orizzonte una nutrita pattuglia di cani e conduttori in addestramento, a diversi stadi di preparazione, che scalpitano per potersi affiancare a pieno titolo ai più esperti operativi che ogni anno dovranno sottoporsi ad un impegnativo esame di verifica per confermare le capacità di ricerca in superficie.

A coronamento della struttura cinofila della Croce rossa trentina, ecco il gruppo di esibizione che porta l´immagine delle Unità cinofile tra la gente. A loro il compito di attirare l´attenzione con esercizi che a prima vista potrebbero apparire come appartenenti alla classica tradizione circense, ma dietro quelle esibizioni c´è tanta preparazione e tanta competenza, che poi si traduce nell´mpegno sociale a favore dei più deboli con l´attività di animazione nelle case di riposo e tra i bimbi nelle scuole estive. Ecco, queste, in poche parole sono descritte le Unità cinofile della Croce rossa, pronte a correre in soccorso della gente in pericolo, ma anche a donare calore e simpatia con un semplice scodinzolo laddove ci sia un cuore triste e sofferente.



Croce Rossa Italiana - Comitato Provinciale di Trento
Via Muredei, 51 - 38100 Trento